NEWS - Tutte le foto del Marocco 2014 e delle Canarie 2014!!

NEWS - Tutte le mie fotografie!!

Vietnam - Letteratura

Indice
Vietnam
Introduzione
Scheda informativa
Cartina
Itinerario
Hanoi - 1
Hanoi -2
Sapa - 1
Sapa - 2
Ha Long Bay - 1
Ha Long Bay - 2
Diario di viaggio
Musica
Letteratura
Tutte le pagine

Letteratura

 

 

 

Non esiste vascello
che come un libro
ci sa portare
in terre lontane.


Emily Dickinson

Riporto a continuazione alcune letture che possono degnamente accompagnare o preparare un viaggio verso il Vietnam.

 

Tiziano Terzani
-

Che dire del nostro indimenticabile Tiziano Terzani, grande uomo, giornalista e viaggiatore italiano.

Il Sud Est asiatico e l'India erano casa sua, ed i suoi occhi attenti e la sua curiosità sono in grado di raccontarci ciò che è avvenuto in questi paesi. Il tutto partendo dal basso, dalla gente, dal popolo, tralasciando la fasulla propaganda che le fonti governative ci hanno spesso rifilato (soprattutto dove di mezzo c'è il comunismo...).

Da leggere prima di un viaggio in Vietnam, Pelle di leopardo, con Terzani testimone nel 1975 della liberazione di Saigon. Da portarsi dietro invece, altri titoli, come:  La fine è il mio inizio, Un indovino mi disse, In Asia, dove il focus è centrato sull'esperienza in generale di Terzani nel sud est asiatico...

 

Corrado Ruggeri
-

Autore italiano meno conosciuto, ma assolutamente interessante, è Corrado Ruggeri. Con Farfalle sul Mekong, ci accompagna in un viaggio tra Vietnam e Thailandia, scritto in stile avvincente e giornalistico.

 

Nguyên Huy Thiêp
-

Tra gli autori vietnamiti, forse l'unico reperibile in Italia è Nguyên Huy Thiêp. La visione di un Vietnam rurale, la descrizione della vita delle classi più povere ci è donata dai racconti de: Il sale della foresta. Da scoprire.

 

Altri autori, assieme a questi, sono indicati in una sezione generale di scrittori di viaggio. A voi completare l'opera: Letteratura di viaggio

file:///C:/Users/Alice/Desktop/Sito%20vagabonding/_/htm/images/bandieravietnam.gif

C'è un paese il cui nome viene spesso associato al concetto di 'guerra', dove però la gente è ospitale, industriosa, fantasiosa e sembra che la cosa che ami di più al mondo sia la pace. C'è un paese fatto di chilometri e chilometri di costa, un po' spiagge, un po' isole da favola.

C'è un paese che coltiva riso e riso e riso, e i suoi panorami terrazzati di montagna sembrano usciti dalla tela di un pittore. In questo paese ci sono poi tante etnie di montagna, dai tratti quasi incaici, vestite di risplendenti colori. Ecco a voi il Vietnam...

Introduzione
Vietnam

next


La sera, passeggiando,
contemplo il mondo, l’attimo di un volo d’uccello.
Mille autunni sono passati,
il volto dell’acqua è sempre uguale.
Mille generazioni hanno contemplato la luna,
sempre uguale a se stessa.
Soltanto il cuore dell’uomo
rimane insondabile.

Nguyen Trai - XV secolo

Settembre 2008... Vietnam: tra sangue di cobra e carne di cane...

Vietnam... Una terra che evoca in tutti quanti drammatici ricordi di guerra, legati soprattutto al conflitto con gli americani. Ma questa non è che una piccola parte della storia vietnamita...

Se Johnson avesse analizzato meglio il passato, avrebbe capito che un popolo che resisteva da secoli ad attacchi cruentissimi di vari popoli, dai cinesi, ai francesi, ai giapponesi, rimandandoli tutti a casa, non si sarebbe spaventato dinnanzi ad un'ulteriore attacco...

Ed è grazie a questa storia che i vietnamiti hanno da sempre un'animo forte, un grande orgoglio, un'immensa dignità ed un enorme spirito di sacrificio.


Ciò nonostante i vietnamiti amano il prossimo, lo straniero, da ovunque egli arrivi, come è tradizione e cultura per i popoli orientali.

E poi i vietnamiti sono diversi per la storia del loro sviluppo politico, la singolare via di Ho Chi Minh verso un comunismo man mano socialistizzato. Ora l'apertura al consumismo è palese, ed i danni di una sfrenata corsa verso il dio denaro sono evidenti, soprattutto per i più poveri.

E poi che dire... Fuori dalle città sopravvivono tradizioni ancestrali e rurali, dalla passione per banchetti a base di carne di cane (Thit Cho, se vi interessa) alle bevute di sangue di cobra....


Scheda informativa
Vietnam

next


Queste informazioni sono aggiornate al 1-04-2009 e sono tratte dal bellissimo sito www.turistipercaso.it.


Per avere informazioni piu' aggiornate vi rimandiamo infatti al buon Patrizio Roversi e Syusy Blady, seguendo il link: Turisti per Caso - vietnam


Nome in lingua locale:
Viet Nam Cong Hoaxa Hoi Chu'Nghia
Governo:
Repubblica socialista
Superficie (Km²):
Km 331.040
Popolazione:
77.562.000
Densità della pop. (abitanti per Km²):
234 ab.per Km2
Capitale:
Hanoi
Lingue utilizzate:
Vietnamita (uff.) Francese, Cinese.
Religioni:
Buddisti Taoisti, Cattolici, Animisti, Musulmani, Protestanti.
Gruppi etnici:
Vietnamiti 87,1% tay 1,7% Hoa 1,5% Thai 1,5% Khmer 1,4% Khome 1,3% Muong 1,3% Nung 1,1% Meo 0,8%
Moneta:
Dong
Fuso orario:
+7
Prefisso telefonico:
0084
Corrente elettrica:
127/220V* 50 Hz A, C * in corso di conversione a 220V.


Documenti necessari per l'accesso:
Sono necessari sia il pasaporto in corso di validità che il visto.
Ambasciate e consolati in Italia:
Via Clitunno, 34 00198 Roma Tel.06/8543223
Ambasciate e consolati in loco:
Hanoi 9, Le Phung Hieu Street
Tel. 00844 8256256 (r.a.)
Fax 8267602
Email e siti Internet: embitaly@embitaly.org.vn http://www.embitalyvietnam.org/


Cartina
Vietnam

next


A continuazione e' riportata una cartina schematizzata del Vietnam, per chi si accontenta.


Courtesy of The General Libraries, The University of Texas at Austin - http://www.lib.utexas.edu/maps


Cliccando su di essa, o sul link sotto indicato, potrete invece visualizzare una cartina politico-fisica in ottimo dettaglio
Download cartina Vietnam (260kb circa)

file:///C:/Users/Alice/Desktop/Sito%20vagabonding/_/htm/images/vietnam_sm03.gif
file:///C:/Users/Alice/Desktop/Sito%20vagabonding/_/htm/images/vietnam-dettaglio.jpg


Itinerario
Vietnam

next



Il mio soggiorno in Vietnam è stato breve, due settimane in totale, per cui ho avuto tempo di esplorarne solo il Nord.

Nella prima settimana, mi sono soffermato ad Hanoi, scoprendo le mille sfaccettature di questa capitale, ancora aggrappata al passato...

Poi, finalmente un salto nella natura, la parte che amo di più. In treno verso Lao Chi, proseguendo in autobus verso Sa Pa, villaggio di montagna al confine con il Laos e la Cina. Qui in trekking per 4 giorni attraverso terrazze di riso, cascate ed etnie di montagna.



Poi, verso la baia di Ha Long, a navigare per qualche giorno in mezzo a isole e faraglioni con sapore di fiaba.

E quindi il ritorno, sempre passando da Hanoi.

A continuazione riporto il mio itinerario completo, che ha richiesto 15 giorni di tempo circa.

Vietnam
- Hanoi
- Sa Pa
- Ha Long Bay
- Hanoi

20-29 Set.
29 Set.-02 Ott.
02-04 Ott.
05 Ott.

file:///C:/Users/Alice/Desktop/Sito%20vagabonding/_/htm/vietnam/images/cartavietnam.jpg

Hanoi

file:///C:/Users/Alice/Desktop/Sito%20vagabonding/_/htm/vietnam/images/hanoi.jpg


Il mio giro in questa fantastica terra inizia dalla sua capitale, Hanoi. Ottimo modo per fare conoscenza con le usanze locali e le persone vietnamite.

file:///C:/Users/Alice/Desktop/Sito%20vagabonding/_/htm/vietnam/images/vietnam01.jpg

Per strada


Io mi sono fermato ad Hanoi per motivi 'miei' per una settimana, ma un paio di giorni possono bastare per visitarla.

file:///C:/Users/Alice/Desktop/Sito%20vagabonding/_/htm/vietnam/images/vietnam02.jpg
Hanoi moderna


Il centro di Hanoi è di derivazione francese, piccolo e caotico. Qui è probabilmente il posto migliore dove pernottare (almeno per i backpackers...), avendo un po' tutto a portata di mano.

file:///C:/Users/Alice/Desktop/Sito%20vagabonding/_/htm/vietnam/images/vietnam03.jpg

Tramonto su uno dei tanti laghi di Hanoi

file:///C:/Users/Alice/Desktop/Sito%20vagabonding/_/htm/vietnam/images/vietnam04.jpg        

In bici...

Per spostarsi per la città, i taxi o i moto-taxi sono la cosa migliore e a prezzi ridicoli. I cyclo ormai sono solo per turisti, ma un giro può essere carino per impolverarsi e fare il pieno di smog nel traffico cittadino. Li pagheresti purchè non ti portassero...

file:///C:/Users/Alice/Desktop/Sito%20vagabonding/_/htm/vietnam/images/vietnam05.jpg
A tavola...

Io sono un amante delle comminate a piedi, ma per discreti spostamenti le sconsiglio ad Hanoi. Salvo si voglia dover camminare grondanti sudore in mezzo alla strada (scordatevi i marciapiedi: sono posteggi di moto o propaggini delle industriose attività commerciali vietnamite...)

file:///C:/Users/Alice/Desktop/Sito%20vagabonding/_/htm/vietnam/images/vietnam06.jpg
Negozio ambulante...

Qualche dato? Le strade di Hanoi sono invase da motociclette (4 milioni di abitanti, 3 milioni di moto...), impossibili da attraversare rilassatamente se non dopo qualche giorno di full immersion.

file:///C:/Users/Alice/Desktop/Sito%20vagabonding/_/htm/vietnam/images/vietnam07.jpg
Preghiera al tempio

--------
Hanoi

file:///C:/Users/Alice/Desktop/Sito%20vagabonding/_/htm/vietnam/images/hanoi.jpg

Ad Hanoi salta all'occhio l'ospitalità, la cortesia e la semplicità delle persone vietnamite. Aperte e disponibili. Con voglia di parlare, scoprire e raccontarsi.

file:///C:/Users/Alice/Desktop/Sito%20vagabonding/_/htm/vietnam/images/vietnam11.jpg
Gioco vietnamita


Un esempio? Una cameriera che si siede al mio tavolo e mi racconta la sua vita (beh, non c'era nessuno oltre a me a mangiare...) Dalle campagne alla città, con un lavoro al ristorante dalle 7 del mattino fino alle 11 di sera (ok che se tutte le sere erano come quella non si trattava di iperlavoro...) Una bicicletta ed il grande sogno di comprarsi un giorno una moto...

file:///C:/Users/Alice/Desktop/Sito%20vagabonding/_/htm/vietnam/images/vietnam15.jpg
Per starda...


La bellezza di Hanoi sta anche nei tanti laghetti attorno ai quali si snoda la città (famoso il lago Hoan Kiem). Un'oasi nella caoticità della città, soprattutto quando all'alba tutti i vietnamiti vi si recano a fare la loro buffa ginnastica quotidiana.

file:///C:/Users/Alice/Desktop/Sito%20vagabonding/_/htm/vietnam/images/vietnam12.jpg
Al mercato


Consiglio vivamente una visita al Museo di Etnologia di Hanoi. E' un po' fuori dal centro: andateci in taxi. Vi è la ricostruzione di case e capanne di alcuni dei 54 gruppi etnici vietnamiti, nonchè un allestimento interno ben accurato con vestiti, costumi, attrezzi e strumenti tipici di ogni etnia.

file:///C:/Users/Alice/Desktop/Sito%20vagabonding/_/htm/vietnam/images/vietnam10.jpg
Un giro sul cyclo


file:///C:/Users/Alice/Desktop/Sito%20vagabonding/_/htm/vietnam/images/vietnam08.jpg
Mausoleo di Ho Chi Minh


E poi cos'altro? il Tempio della Letteratura (la prima Università in Vietnam, che risale a quasi 1000 anni fa), il mausoleo di Ho Chi Min, la Pagoda su un pilastro solo...

file:///C:/Users/Alice/Desktop/Sito%20vagabonding/_/htm/vietnam/images/vietnam09.jpg
Pagoda ad un pilastro solo

Poi i mercati, il cibo (ottimo), i fantastici involtini e la zuppa tipica, il Phô,... Il thit cho, (carne di cane!!) per chi vuole provare l'esperienza.

file:///C:/Users/Alice/Desktop/Sito%20vagabonding/_/htm/vietnam/images/vietnam13.jpg
Tempio della letteratura

E poi, per finire, fate un salto al teatro delle marionette d'acqua. Interessante, e anche un bel modo per distrarsi e riposarsi le gambe. Una sola domanda? Ma ci va ancora qualche vietnamita?

file:///C:/Users/Alice/Desktop/Sito%20vagabonding/_/htm/vietnam/images/vietnam14.jpg
Spettacolo di marionette d'acqua



Sapa

file:///C:/Users/Alice/Desktop/Sito%20vagabonding/_/htm/vietnam/images/sapa.jpg


Ed eccomi quindi in viaggio verso Sa Pa, dapprima con il treno notturno verso Lao Cai e poi in autobus verso Sa Pa.

file:///C:/Users/Alice/Desktop/Sito%20vagabonding/_/htm/vietnam/images/vietnam16.jpg
Mercato di Sa Pa


Ed è qui, al confine con Cina e Laos, che si stagliano stupendi paesaggi fatti di terrazzamenti di riso (a volte in posti impossibili), cascate e montagne abitate da alcune delle tante etnie di montagna del Vietnam.

file:///C:/Users/Alice/Desktop/Sito%20vagabonding/_/htm/vietnam/images/vietnam27.jpg
Bambini a scuola


Tra queste etnie, vedrete sicuramente gli Dzao rossi, gli H’mong neri e rossi, i Giay,... Il colore che accompagna il loro nome indica il colore delle vesti che sono soliti portare (anche se il nero è in realtà indaco...)

file:///C:/Users/Alice/Desktop/Sito%20vagabonding/_/htm/vietnam/images/vietnam18.jpg
Mercato di Sa Pa


file:///C:/Users/Alice/Desktop/Sito%20vagabonding/_/htm/vietnam/images/vietnam17.jpg
H'mong nera

I tratti del loro volto, la loro statura (non proprio dei giganti...), la loro lingua, i loro abiti colorati denotano la loro derivazione da etnie cinesi.

file:///C:/Users/Alice/Desktop/Sito%20vagabonding/_/htm/vietnam/images/vietnam19.jpg
Terrazzamenti di riso

Interessanti da vedere sono il mercato di Sa Pa e Bac Ha, dove il Sabato gli abitanti delle montagne scendono per cercare chi moglie e chi marito. Se siete interessati, potete proporvi, forse accettano anche stranieri...

file:///C:/Users/Alice/Desktop/Sito%20vagabonding/_/htm/vietnam/images/vietnam20.jpg
Bambini

Qui si respira il mondo di una volta, dove tutto gira attorno ai due raccolti di riso all'anno... E dove la struttura a piccoli terrazzamenti permette di far crescere, raccogliere il riso, e riseminare metodicamente pezzo per pezzo tutta la vallata, senza un'attimo di riposo...


Sapa

file:///C:/Users/Alice/Desktop/Sito%20vagabonding/_/htm/vietnam/images/sapa.jpg

Per il resto, io ho fatto un trekking di 4 giorni in mezzo a queste montagne. Come trekking, niente di impegnativo (chiamiamola passeggiata...)

file:///C:/Users/Alice/Desktop/Sito%20vagabonding/_/htm/vietnam/images/vietnam21.jpg
Terrazzamenti di riso


La bellezza del trekking l'ho trovata nel dormire nei villaggi indigeni, fare il bagno in qualche cascata, osservare tutto un mondo che si muove attorno ai terrazzamenti di riso, dalle persone ai bufali d'acqua... E nel silenzio della notte guardare il cielo dall'altra parte del mondo.

file:///C:/Users/Alice/Desktop/Sito%20vagabonding/_/htm/vietnam/images/vietnam24.jpg
Foto di gruppo


Per il resto, consiglio di muoversi nella regione autonomamente, magari affittando una mitica Honda Dream, in maniera da poter vedere anche posti e villaggi fuori dai sempre più battuti circuiti turistici.

file:///C:/Users/Alice/Desktop/Sito%20vagabonding/_/htm/vietnam/images/vietnam22.jpg
Panorama


file:///C:/Users/Alice/Desktop/Sito%20vagabonding/_/htm/vietnam/images/vietnam23.jpg
Trekking tra le risaie

Nei villaggi battuti dai tour, ormai, le varie etnie si sono trasformate in venditori di souvenir (malgrado loro, perchè i tour organizzati non gli danno una lira...)

file:///C:/Users/Alice/Desktop/Sito%20vagabonding/_/htm/vietnam/images/vietnam26.jpg
Dzao rossa

Che dire? La solita storia... Molti bambini non vengono più mandati a scuola ma messi a vendere collanine, cosa che nel breve è più redditizia...

file:///C:/Users/Alice/Desktop/Sito%20vagabonding/_/htm/vietnam/images/vietnam25.jpg
Bufalo d'acqua

Se andate in giro con qualche tour, affidatevi almeno a quelli che si basano sul personale appartenente alle etnie stesse di montagna, a cui danno parte dei proventi, consapevolizzandoli della loro ricchezza culturale.

---
Ha Long Bay

file:///C:/Users/Alice/Desktop/Sito%20vagabonding/_/htm/vietnam/images/halong.jpg

E quindi eccomi diretto verso la baia di Ha Long, una delle perle più pubblicizzate del Vietnam, formata da circa tremila isole e faraglioni che sospingono l'animo in uno scenario irreale e preistorico.

file:///C:/Users/Alice/Desktop/Sito%20vagabonding/_/htm/vietnam/images/vietnam28.jpg
Sulla strada


Halong vuole dire "dove il drago scende nel mare", e la leggenda narra che queste isole furono create dai movimenti della coda di un drago mentre si immergeva nel golfo del Tonchino.
Il tutto per salvare le barche vietnamite in fuga minacciate dagli invasori cinesi. Questi ultimi rimasero disorientati dinnanzi alla comparsa di questo labirinto di isole e così i vietnamiti furono salvi. O qualcosa del genere...

file:///C:/Users/Alice/Desktop/Sito%20vagabonding/_/htm/vietnam/images/vietnam30.jpg
Tempio


file:///C:/Users/Alice/Desktop/Sito%20vagabonding/_/htm/vietnam/images/vietnam31.jpg
Grotte Thien Cung

Da vedere, oltre a navigare senza meta in questo strano mondo, immaginando storie passate di pirati e naviganti, vi sono diverse grotte, tra cui la più importante è quella di Hang Dau Go, molto pittoresca.

file:///C:/Users/Alice/Desktop/Sito%20vagabonding/_/htm/vietnam/images/vietnam32.jpg
Panorama di Halong bay

Alcune isole, ma poche, hanno anche una spiaggia, che può servire per riposarsi un po', fare il bagno e fare due passi a terra.

file:///C:/Users/Alice/Desktop/Sito%20vagabonding/_/htm/vietnam/images/vietnam33.jpg
Villaggi flottanti


Ha Long Bay
2

next
file:///C:/Users/Alice/Desktop/Sito%20vagabonding/_/htm/vietnam/images/halong.jpg


Altra possibilità ad Halong Bay è quella di farsi un bel giretto in kayak , esplorando così da vicino alcune di queste meraviglie.

file:///C:/Users/Alice/Desktop/Sito%20vagabonding/_/htm/vietnam/images/vietnam29.jpg
Panorama


Purtroppo, però, la baia è trafficatissima di barche (junk, una imbarcazione di medie dimensioni tipica vietnamita). Questi junk partono tutti alla stessa ora, fanno lo stesso giro, attraccano negli stessi posti, per cui scordatevi di godervi questa meraviglia in solitudine... Salvo ci andiate a nuoto...

file:///C:/Users/Alice/Desktop/Sito%20vagabonding/_/htm/vietnam/images/vietnam34.jpg
Tramonto


file:///C:/Users/Alice/Desktop/Sito%20vagabonding/_/htm/vietnam/images/vietnam35.jpg
In kayak

Anche a proposito delle famose acque cristalline, la scarsa perizia dell'industria turistica ha fatto si che queste migliaia di barconi riversino i loro scarichi in acqua, per cui qualche zona di mare risulta, come dire, un po' oleosa e non proprio profumata...

file:///C:/Users/Alice/Desktop/Sito%20vagabonding/_/htm/vietnam/images/vietnam36.jpg
All'imbarco

Detto ciò, è comunque un posto che vale sicuramente la pena visitare. Considerate però anche l'ipotesi di andare a visitare la Bai Tu Long Bay, un po' meno turistica, con un maggior numero di spiagge e, a quanto mi hanno detto, di analoga bellezza.


Diario di viaggio
Vietnam

next


Non viaggio mai senza il mio diario.
Uno deve sempre avere qualcosa di sensazionale
da leggere sul treno.

Oscar Wilde (1854-1900)

Al momento non ho ancora trascritto nessuna pagina dal mio diario.

Posso però iniziare a confessare che anche in Vietnam non sono stato un così prolifico scrittore, forse perchè la vita locale, sia diurna che notturna, dalle mille sfaccettature, mi ha trascinato in ogni istante, lasciandomi poco tempo per mettere giù le mie emozioni e sensazioni...



Musica del Vietnam

next


La terra ha musica
per coloro che ascoltano.

William Shakespeare

La musica tradizionale vietnamita risente molto delle influenze cinesi e, a orecchi inesperti (come i miei), la confusione può essere facile.

Un'occasione per ascoltare dal vivo della musica è rappresentata dal famoso spettacolo di marionette sull'acqua di Hanoi (teatro vicino allo Hoan Kiem Lake), dove un'orchestra tradizionale vietnamita anima con suoni e canti quanto avviene sulla scena.



La diversità di ritmi e di strumenti è comunque confermata dalla presenza di 54 etnie differenti in Vietnam, ognuna della quali ha sviluppato in maniera autonoma la sua forma d'arte.

Per una panoramica sugli strumenti musicali vietnamiti, vi consiglio di fare un salto qui: strumenti vietnamiti .http://www.istov.de/htmls/vietnam/vietnam_instruments.html


Letteratura di viaggio
Vietnam



Non esiste vascello
che come un libro
ci sa portare
in terre lontane.

Emily Dickinson

Riporto a continuazione alcune letture che possono degnamente accompagnare o preparare un viaggio verso il Vietnam.


Inizio la panoramica con un grande uomo, giornalista e viaggiatore italiano, cioè Tiziano Terzani. Il Sud Est asiatico era casa sua, ed i suoi occhi attenti e la sua curiosità sono in grado di raccontarci ciò che è avvenuto in questi paesi. Il tutto partendo dal basso, dalla gente, dal popolo, tralasciando la fasulla propaganda che le fonti governative ci hanno spesso rifilato (soprattutto dove di mezzo c'è il comunismo...).

Da leggere prima del viaggio, Pelle di leopardo, con Terzani testimone nel 1975 della liberazione di Saigon. Da portarsi dietro, altri titoli, come La fine è il mio inizio, Un indovino mi disse, In Asia, dove il focus è centrato sull'esperienza in generale di Terzani nel sud est asiatico, ma il Vietnam ritorna spesso ad essere citato...



Altro autore italiano meno famoso, ma interessante, è Corrado Ruggeri. Con Farfalle sul Mekong, ci accompagna in un viaggio tra Vietnam e Thailandia, scritto in stile avvincente e giornalistico.

Tra gli autori vietnamiti, forse l'unico reperibile in Italia è Nguyên Huy Thiêp. La visione di un Vietnam rurale, la descrizione della vita delle classi più povere ci è donata dai racconti de: Il sale della foresta . Da scoprire.



Altri autori, assieme a questi, sono indicati in una sezione generale di scrittori di viaggio. A voi completare l'opera:
Letteratura di viaggio
























 
  • images/viaggi/slideshow/bpe12.jpg
  • images/viaggi/slideshow/bpe18.jpg
  • images/viaggi/slideshow/bpe30.jpg
  • images/viaggi/slideshow/bpe45.jpg
  • images/viaggi/slideshow/brazil25.jpg
  • images/viaggi/slideshow/brazil52.jpg
  • images/viaggi/slideshow/cuba56.jpg
  • images/viaggi/slideshow/guatemala02.jpg
  • images/viaggi/slideshow/india53.jpg
  • images/viaggi/slideshow/india76.jpg
  • images/viaggi/slideshow/nz30.jpg
  • images/viaggi/slideshow/tan15.jpg
  • images/viaggi/slideshow/tan17.jpg
  • images/viaggi/slideshow/tan46.jpg
  • images/viaggi/slideshow/thailandia-011 - Copia.jpg
  • images/viaggi/slideshow/thailandia-011.jpg
  • images/viaggi/slideshow/thailandia-019.jpg
  • images/viaggi/slideshow/thailandia-071.jpg
  • images/viaggi/slideshow/vietnam25.jpg

Apprezzi il mio lavoro?

Qualcosa che hai letto ti ha colpito?

Vorresti viaggiare ma non puoi farlo?

Aiutami a continuare a scrivere e viaggiare...

Prossimi viaggi
Non ci sono eventi al momento.
Viaggi passati
Mostra tutti...
Il viaggio è una specie di porta attraverso la quale si esce dalla realtà come per penetrare in una realtà inesplorata che sembra un sogno.

Guy de Maupassant, Al sole, 1884
castaneda_stregone.jpg